bio

2324

Matteo Bennici è un violoncellista, bassista, compositore e sound designer nato a Firenze nel 1978, vive e lavora a Milano dal 2012.
È co-fondatore delle band Squarcicatrici, Motociclica Tellacci, Tsigoti, Cryogen e Lubuaku. Ha suonato dal vivo con Fine Before You Came (cello, tour acustico 2015 e relativo album live), Le Luci della Centrale Elettrica (basso, Firmamento tour 2015, Terra tour 2017), Dargen D’Amico (cello, D’Io tour 2015) Il Teatro degli Orrori (cello, showcase acustico 2015), Sylvia (cello, basso, chitarra), Tanakh (contrabbasso, USA tour 2006), Traumfabrick, ha suonato in luoghi di ogni tipo e con  musicisti di ogni luogo. Ha suonato nei dischi di L I M (Comet), Marnero (La Malora), Hate&Merda (La Capitale del Male), Alberto Boccardi (Fingers, San Lupo), Millelemmi, Roberto Fega, Carolina da Siena, Inner Scent ed altri.
Da oltre 15 anni si occupa di colonne sonore e sound design per cinema, teatro, danza ed arti visive. Tra le altre ha composto le musiche per Racconto di Guerra di Mario Amura, cortometraggio vincitore del David di Donatello 2003. Ha tenuto lezioni e workshop sulla sonorizzazione di immagini presso le Università di Siena, Firenze, Padova e presso Video Sound Art di Milano e partecipato, come allievo, al “Master di alto perfezionamento in composizione di musica per film”, sotto la guida di Vincenzo Ramaglia e Stefano Maccagno.
In campo teatrale ha collaborato, sia come compositore che come performer, con Caterina Poggesi ed il collettivo Fosca (Tangeri, Rattingan Glumphoboo), con Daria Deflorian (Torpignattara, Manovre di Volo), con la coreografa Antonella Agati (musiche orginali per il balletto Un Certain Degas) e lavora da tempo con il collettivo fiorentino Fosca (Rattigan Glumphoboo, Tangeri).
Dal 2011 porta avanti il progetto solista Shestaya, in cui sonorizza dal vivo, con violoncello ed elettronica, i film muti di Dziga Vertov. Con questo progetto ha suonato nei maggiori festival italiani quali roBOts, Elita DWF, Fabbrica Europa, LCF, Greentech ed altri.

Nel 2015 inizia a lavorare al suo progetto solista che semplicemente porta il suo nome e cognome. Nella primavera del 2016 pubblica l’ep SIDER ed inizia a portare dal vivo il suo nuovo set in solo per violoncello ed elettronica. Nel dicembre 2016 pubblica, autoprodotto, l’album SOLUM che consolida il suo sound unico fatto di sperimentazione, melodia ed energia ritmica.

Per una lista completa di lavori ed attività musicali, visita la Bennicipedia.

english

Matteo Bennici is an Italian cellist, bassist, composer and sound designer. Born in Florence in 1978 he has been living and working in Milan since 2012.
He’s co-founder of the bands Squarcicatrici, Motociclica Tellacci, Tsigoti, Cryogen and Lubuaku. He has toured with Fine Before You Came (acoustic tour 2015 and live album), Le Luci della Centrale Elettrica (Firmamento tour 2015), Dargen D’Amico (D’Io tour 2015) Il Teatro degli Orrori (acoustic showcase 2015), Sylvia, Alberto Boccardi (Fingers, San Lupo),  Tanakh (USA tour 2006), Traumfabrick, he has collaborated in studio with  L I M (Comet), Marnero (La Malora), Hate&Merda (La Capitale del Male), Alberto Boccardi (Fingers, San Lupo), Millelemmi, Roberto Fega, Carolina da Siena, Inner Scent and more. He has played in places of all kinds, with musicians from almost everywhere.
For the last 15 years, he has been working on soundtracks and sound design for cinema, theater and visual art. He has, among other projects, composed the original score for Mario Amura‘s Racconto di Guerra (Wartale), short film winner of the 2003 David di Donatello Award. He was invited to give classes and workshops at the Universities of Siena, Florence, Padova and Milan.
In the performing arts, he has collaborated, both as a composer and performer, with Caterina Poggesi and the florentine collective Fosca (Tangeri, Rattingan Glumphoboo), with Daria Deflorian (Torpignattara, Manovre di Volo), with choreographer Antonella Agati (original music for the ballet Un Certain Degas).
In his solo project Shestaya, he plays live soundtracks on silent movies by Dziga Vertov, with cello and electronics. He has performed this project at main Italian festivals such as roBOts, Elita DWF, Fabbrica Europa, LCF, Greentech and more.

In 2015, Matteo started working on his solo project, which simply bears his name. In the spring of 2016 he released his debut EP SIDER and started bringing his new solo set for cello and electronics on stage. In December 2016 he released the album SOLUM, which consolidates his unique sound made up of experimentation, melody and rhythmic energy.

For a full list of works and music activities, please visit Bennicipedia.

 

Annunci